Project Description

Addio roaming dati. Dal 15 giugno è possibile navigare, chiamare e inviare SMS dai Paesi dell’UE senza alcun costo aggiuntivo. In poche parole, il vostro pacchetto tariffario sarà valido all’estero come in Italia.

Cos’è il roaming

Il roaming è il servizio che si attiva (o meglio si attivava) da device mobili, quando ci troviamo all’estero e desideriamo chiamare, navigare o inviare messaggi usufruendo della  connessione di un operatore straniero abbandonando, temporaneamente, quella dei nostri operatori nazionali: Tre, Vodafone, Wind e Tim.

Nonostante la bella novità, occorre però sapere che sono stati introdotti dei paletti: le compagnie telefoniche possono stabilire a propria discrezione il cosiddetto data cap, una limitazione alla quantità di traffico roaming gratuito da utilizzare all’estero, rispettando però quanto stabilito da Bruxelles:

se superati i limiti per internet, la tariffazione a consumo non dovrà superare 0,0077 euro per ogni mega di traffico in più, vale a dire 7,8 euro a giga. Per quanto riguarda gli altri servizi, il costo massimo sarà di 3,2 centesimi al minuto (+IVA) per le chiamate e massimo 1 centesimo (+IVA) per gli SMS.

Inoltre, le compagnie telefoniche saranno obbligate a inviare una notifica al cliente non appena avrà superato i 60 euro di traffico internet.

Sono escluse opzioni extra e promozioni

Il roaming gratuito è garantito solo sul traffico previsto dal proprio pacchetto tariffario e non è attivo su eventuali opzioni, bonus,promozioni e offerte, come quelle che consentono di aggiungere minuti alle chiamate o extra giga per l’utilizzo di internet. Si consiglia in questo caso di verificare con attenzione il proprio piano tariffario per evitare di incorrere in maxi-bollette.

La clausola dei 4 mesi

L’addio al roaming dati vale solo per i viaggiatori e per chi si sposta per brevi soggiorni in un Paese estero che rientra nell’accordo di Bruxelles. Questo vuol dire che non si potrà utilizzare la propria sim all’estero per più di quattro mesi. Dopo questo lasso di tempo, infatti, l’operatore controllerà da dove proviene la maggior parte del traffico: se più della metà delle telefonate, degli SMS  e dell’utilizzo di megabyte proverranno dall’estero, verranno applicare le tariffe di roaming.

Quanto risparmieranno le famiglie senza il roaming dati

Il Codacons ha fatto un paio di conti e a quanto pare la cancellazione del roaming dati porterà a un notevole risparmio per le famiglie. L’extra.-tassa costava agli utenti europei 8,5 miliardi di euro all’anno, si stima sia pari al 10% dei ricavi delle società telefoniche . Proprio per questo motivo occorre prestare grande attenzione: il timore delle associazioni dei consumatori è che ci possano essere dei rincari sui pacchetti tariffari per recuperare le perdite a seguito dell’addio al roaming.

Quali sono i Paesi in cui non si pagherà più il roaming dati

Sarà possibile viaggiare senza extra costi su internet, chiamate e SMS in tutti i 29 Paesi dell’Unione Europea. Nella lista compaiono anche Norvegia, Liechtenstein, Islanda, Guadalupa, Martinica, Guyana francese, La Reunion, Mayotte e Gran Bretagna, nonostante la Brexit.

Restano escluse dalla lista Svizzera, Repubblica di San Marino, Albania e Repubblica Turca di Cipro del Nord.

Fine del roaming dati e Digital Single Market

L’abolizione del roaming fa parte di una strategia molto più ampia: quella del Digital Single Market, ovvero il Mercato Unico Digitale, che ha come obiettivo la libera circolazione delle informazioni online. E a tal proposito, alla buona notizia dell’addio al roaming dati se ne affiancherà un’altra: nei prossimi 6 mesi sarà abolito anche il geoblocking. Questo consentirà agli utenti di guardare e ascoltare contenuti in streaming e di acquistare online dalla versione francese o danese di Amazon, ad esempio. La stima è di un aumento dei consumi pari a 11,7 miliardi di euro e centinaia di migliaia di posti di lavoro in più.

E ora che sei libero dai costi del roaming dati, è il momento di pianificare il tuo prossimo viaggio. Scopri come con Google Trips.