Project Description

Chi sono i troll?

I troll sono dei “bulli virtuali”, persone che interagiscono con gli altri utenti tramite messaggi provocatori, irritanti, fuori tema o del tutto insensati, con l’obiettivo di disturbare la comunicazione, spingendo anche gli altri ad assumere un atteggiamento aggressivo. Quando l’utente reagisce a una provocazione, il troll ha “vinto”, si sente appagato e ha raggiunto il suo scopo.

Come gestire i troll

Riconoscere un troll e capirlo è importante per riuscire a difendersi in modo adeguato ed evitare di cadere nelle sue ripetute e insistenti provocazioni. La noia e il bisogno di attenzioni sono i due principali motivi che spingono un troll ad assumere un atteggiamento sfidante e sprezzante. La carenza di stimoli nella vita reale dei troll – data dall’assenza di interessi o di un lavoro – si trasla nella vita virtuale, spingendo il troll a trovare sollievo nel danneggiare gli altri. I troll sono persone profondamente frustrate, insicure e sole che danno un senso alle proprie giornate quando ottengono delle reazioni alle provocazioni lanciate. Che sia una risposta ragionevole, una battuta a tono, una risposta aggressiva o anche la semplice rimozione di un messaggio provocatorio o infamante ricevuto, si tratta sempre di reazioni e come tali non fanno che alimentare il troll.

Frequentare le community della rete porta inevitabilmente a scontrarsi con i troll e l’esperienza insegna che l’atteggiamento più corretto e funzionale da mettere in atto per “disinnescare” un troll è l’indifferenza. Anche se la tentazione di rispondere è molto forte – perché il silenzio sembra comunicare sconfitta – chi ha esperienza nello studio dei troll sconsiglia di farlo, semplicemente perché è impossibile battere un troll, sia nella realtà virtuale che nelle discussioni online. Ignorare i troll è l’unico modo per uscire vincenti da un affronto ricevuto, cercando di tenere sotto controllo l’istinto a reagire in modo impulsivo, nel vano tentativo di difendersi dalle  offese ricevute.

Quando si subisce l’attacco di un troll è importante mantenere la calma e pensare a lungo termine: può essere utile immaginare la reazione di un troll a un’eventuale risposta data a una sua provocazione. E’ necessario cercare di capire perché ci stiamo sentendo colpiti e arrabbiati, se abbiamo già visto altre volte un comportamento simile e se il commento ricevuto contiene degli argomenti validi e sensati. Ragionare su questi particolari dovrebbe aiutarci a capire che qualsiasi nostra risposta potrà solo alimentare un troll. Così come è bene concentrare l’attenzione su quale importanza ha per noi la persona che ci sta accusando.

Insomma, per difendersi dai troll è necessario armarsi di calma, pazienza, lungimiranza e raziocinio: mettere in pausa il gioco virtuale di turno sarà una pratica tanto utile quanto necessaria, almeno inizialmente.