Project Description

Rand Fishkin – CEO di Moz – ha provato a fare una previsione su come si evolveranno gli scenari SEO del 2017. L’analisi si occupa prevalentemente del mercato statunitense ma può essere considerata rilevante anche per l’Italia e più in generale per l’Europa.

Crescita delle ricerche vocali su Google

Secondo Fishkin, la ricerca vocale crescerà arrivando a costituire il 25% delle ricerche effettuate su Google senza cannibalizzare quella tradizionale, bensì sarà una nuova modalità che gli esperti SEO dovranno prendere in considerazione per definire le proprie strategie.

Google sarà ancora il motore di ricerca prediletto

Il motore di ricerca di Larry Page avrà nel 2017 un peso 11 volte maggiore di Facebook e rimarrà in testa alle fonti di traffico dei siti web nei prossimi 12 mesi, consolidando la posizione di leader. Inoltre, il gigante statunitense ha un’altra mossa in mente: estendere la portata degli annunci a pagamento anche nei featured snippet, knowledge graph e carousel.

Il Pagerank includerà i dati del comportamento degli utenti

Il CEO di Moz mette in evidenza un’altra novità interessante: il Pagerank di Google includerà i dati sul comportamento degli utenti direttamente nei risultati. Se fino a oggi questi dati sono stati utilizzati solo in via sperimentale, ora potrebbero entrare ufficialmente nell’algoritmo di ricerca di Google facendo volgere al termine i tempi dei “link+parola chiave”.

Le ricerche dirette su Amazon cresceranno a discapito di Google

Secondo i sondaggi, i dati dei consumatori che bypassano Google ricercando i prodotti direttamente su Amazon sono in crescita. Fishkin stima che le ricerche sulla piattaforma statunitense raggiungeranno almeno il 4% delle volume delle ricerche effettuate su Google.

Twitter crescerà e rimarrà indipendente

Fishkin vede un futuro più che roseo per Twitter che – nonostante il calo di iscritti e le mancate acquisizioni – rimarrà indipendente e costituirà il network più importante per tutti gli editori e gli influencer perché continua a essere un sistema aperto e costantemente connesso con altri media.

La classifica delle App Mobile rimarrà la stessa del 2016

Non ci saranno grosse sorprese nella classifica delle App Mobile più utilizzate dagli utenti. Si prevede solo qualche new entry nella Top 10 e forse qualche cambio di posizione ma Facebook, Facebook Messenger e YouTube continueranno imperterrite a dominare la classifica.

Altre osservazioni sul futuro della SEO per il 2017

All’analisi di Fishkin aggiungiamo alcune nostre osservazioni relative a quelle che saranno le nuove tendenze SEO per il 2017:

Featured Snippet

Questa funzionalità di Google è stata già menzionata nei paragrafi precedenti ma è degna di maggiore attenzione. I featured snippet sono comunemente conosciuti come rich answer o direct answer . Già ora Google premia i testi online che contengono domande uguali o simili a quelle che l’utente inserisce nel motore di ricerca ma ancora più efficace sarà inserire la risposta diretta e pertinente  alla domanda. Questo parametro verrà preso in seria considerazione da Google che fa comparire la pagina nel featured snippet posto in un riquadro cima alla Serp.

Knowledge Graph

Altra funzionalità di ricerca precedentemente menzionata, Knowledge Graph rappresenta il primo passo verso una ricerca semantica. Questa funzione rende il motore di ricerca molto più vicino alla realtà degli utenti consentendo loro di ricevere risposte esaustive su persone, luoghi, città edifici, opere d’arte e molto altro.

Se si ricerca Albert Einstein, ad esempio, Knowledge Graph elaborerà una scheda completa di tutte le informazioni sul fisico e filosofo tedesco con immagini, biografia e libri.

Lunghezza degli articoli e qualità dei contenuti

Se all’inizio la strategia SEO era di realizzare contenuti brevi di massimo 400 caratteri, ora le cose sono nettamente cambiate. Infatti, sembrerebbe che Google tenda a privilegiare testi lunghi ed esaustivi che approfondiscano l’argomento in tutte le sue sfaccettature. Inoltre, anche i contenuti credibili e di qualità possono trarre benefici di posizionamento, scalando più facilmente la Serp.

 

Fonte: http://blog.tagliaerbe.com/2017/01/previsioni-seo-2017.html